NEW RELEASES SU iTUNES

I nostri ultimi CD sono disponibili su iTunes. Ne sono molto soddisfatto.

Uno é stato fatto a New York, quello di Dida giovane chitarrista israeliana che ha come ospite Roy Hargrove. Suona benissimo, canta con grazia giovanile, è attorniata da musicisti di livello che la sostengono benissimo. Questa è una scoperta di Fabio Morgera che assicura per lei un futuro denso di promesse.

Da Buenos Aires Pablo Bobrowicky, con al basso Ben Street e Pepi Taveira alla batteria, arriva il CD dal titolo Southern Blue e che include ritmiche afro argentine come chakarera, zamba, murga, etc.

Bobrowicky é alla sua quarta registrazione da leader per la Red Records e si è ormai conquistato un seguito fra l'audience Red Records e jazz guitar fans italiani. Leggete le note scritte da luca Civelli, uno dei migliori giovani critici italiani nella sezione catalogo nella pagina dedicata al cd.

Da Bari arriva l'ultima registrazione di Vito Di Modugno con Jerry Bergonzi, italo americano di Boston, Fabio Morgera, napoletano che vive a New York assieme a Massimo Manzi, Pietro Condorelli e Michele Carrabba. Il titolo è East Side perchè in tutto l'album circola un sapore molto Middle Eastern che, a mio avviso, si rifà ad una tradizione minoritaria del jazz moderno (Caravan, Black Nile, Blue Rondo a La Turk, Turkish Mambo, Bedouin, Medina, Arabia, etc.) ma che rappresenta oggi una realtà esistenziale per milioni di persone, che fra l'altro spesso vivono fra di noi. Soprattutto alle nostre latitudini.

E per finire ho appena finito di registrare il secondo CD del pianista, virtuoso, albanese Markelian Kapedani. Il titolo sarà Balkan Bop.

Al basso Yuri Golubev, russo, alla batteria Asaf Sirkis, batterista israeliano, che vive a Londra.
A mia conoscenza non esiste un disco di jazz che racchiude tre nazionalità apparentemente così distanti ma in realtà apparentate sia dal mondo slavo che dal medio oriente. Solo per questo è una novità assoluta. I brani sono composti tutti da Kapedani e variano da temi dell'area balcanica, russa,medio orientale e nordafricana. Le ritmiche sono un compromesso fra tempi dispari e 4/4 con obbligati sui tempi dispari. Ci sono due espliciti omaggi al bop: One for Bud dedicato a Bud Powell e Cous Cous in Tunisia che al suo interno include 4 battute di Night in Tunisia.
Suona e swinga come un disco di jazz con qualcosa di suo proprio che deriva dall'odore delle musiche di quei paesi. Potrà piacere o meno ma è indiscutibilmente originale.



Releases

DIDA

DIDA PELLED

DIDA PELLED